+39 02 366 34 298 export@cufmilano.com
0 Elementi

Green Projects R&M

Disegnato dall’arch. Matteo Silverio, R&M e’ un tavolo poliedrico e dall’anima sostenibile: materiali naturali si affiancano al molteplice utilizzo di R&M che si trasforma da tavolo riunioni, a co-working, a tavolo da lettura.

R&M acronico di "read and meet" è un ibrido tra tavolo riunione, tavolo lettura, postazione co-working e bench operativo.
La sua anima poliedrica si sviluppa anche nella sostenibilità dei materiali che la compongono: il piano è realizzato in multistrato di legno naturale, rivestito in linoleum, oppure impiallacciato in essenza di castagno applicata al naturale.
Il linoleum in particolare è un prodotto derivato da sostanze totalmente naturali, ovvero olio di lino, olio di canapa e farina di legno.
La struttura metallica prevede una barra centrale che nasconde una striscia led che illumina le postazioni di lavoro.
La stessa barra puo' essere utilizzata come porta-oggetti, avendo la possibilità di agganciare accessori, quali porta post-it, porta-tablet, ecc. con i medesimi elementi utilizzati per la serie Fusion.
Il piano presenta centralmente, per la quasi totalità della sua lunghezza, un taglio in cui vengono inseriti frutti elettrici, o top-access, opportunamente nascosti da coperchi in multistrato, ove poter caricare computer, smartphone o collegare lampade da tavolo.

Designer

Arch. Matteo Silverio

Matteo Silverio è un architetto e ricercatore veneziano esperto di design computazionale e fabbricazione digitale. Nel corso della sua carriera professionale ha collaborato con diversi studi internazionali, svolgendo il ruolo di lead designer e project manager nello sviluppo di progetti innovativi, molti dei quali vincitori di concorsi internazionali.

Dal 2017 dirige un team multidisciplinare con sede a Murano (matteosilverio.com) con il quale promuove e sviluppa progetti su diverse scale e settori, servendosi di conoscenze orizzontali e contaminando ambiti “distanti” tra loro: il coding per ottimizzare forme o minimizzare gli sprechi, la biologia per dipingere quadri e produrre energia, la chimica per trasformare i rifiuti in opere d’arte in un’ottica di circular economy. Molti dei suoi progetti sono stati pubblicati in riviste e libri ed esposti in prestigiosi musei o istituzioni come la Mint Gallery e la Saatchi Gallery (Londra), il Design Museum di Dubai e il Corning Museum of Glass (New York).

Allo studio professionale, Matteo affianca attività d’insegnamento e ricerca nel campo del design computazionale e della fabbricazione digitale, con un’attenzione particolare ai temi legati alla sostenibilità ambientale e all’economia circolare. È attualmente docente presso l’Accademia di Belle Arti di Rovereto, l’Istituto Europeo di Design (IED) di Venezia e l’Università IUAV di Venezia.

Finiture

icona scheda tecnica
Finiture piani - pannelli - strutture

Pin It on Pinterest

Share This