+39 02 25 377 1 export@cufmilano.com
0 Elementi

Bold

CUF Milano, brand di design di Centrufficio, presenta Bold, la collezione sviluppata in collaborazione con il designer Matteo Silverio che rompe gli schemi dei classici sistemi direzionali.

 

Less  is…Bold!
CUF Milano, brand di design di Centrufficio, presenta Bold, la collezione sviluppata in collaborazione con il designer Matteo Silverio che rompe gli schemi dei classici sistemi direzionali.
Progettata all’insegna della decostruzione e della ricomposizione della classica scrivania, nasce dalla volontà di creare un prodotto che, oltre ad assolvere la sua funzione primaria (essere una scrivania), abbia una forte identità formale e scultorea.

Bold, design by Matteo Silverio, è la classica scrivania decostruita e ricomposta.
Un oggetto apparentemente semplice, composto da pochi elementi ma che in realtà racchiude al suo interno un alto livello di complessità perché i pochi pezzi sono stati progettati in maniera da rendere l’intera struttura solida e anche facile da montare.
Il piano sospeso, con il bordo fresato ad enfatizzarne la leggerezza, ricordano l’ala di un gabbiano ma anche la pala di un remo. Entrambi, oltre che essere retaggio delle origini veneziane del designer, sono gioielli tecnologici perché allo stesso tempo leggeri e resistenti.
Bold è leggerezza e resistenza.
Una sintesi ottenuta grazie all’ottimo lavoro di squadra tra il team R&D di CUF quello del designer Matteo Silverio, sfruttando appieno le nuove tecnologie e utilizzando come materiale il multistrato: resistente, facile da lavorare, immediatamente riconoscibile.
Non ultimo è fatto di legno, quindi  naturale e riciclabile.

Designer

Arch. Matteo Silverio

Matteo Silverio è un architetto e ricercatore veneziano esperto di design computazionale e fabbricazione digitale. Nel corso della sua carriera professionale ha collaborato con diversi studi internazionali, svolgendo il ruolo di lead designer e project manager nello sviluppo di progetti innovativi, molti dei quali vincitori di concorsi internazionali.

Dal 2017 dirige un team multidisciplinare con sede a Murano (matteosilverio.com) con il quale promuove e sviluppa progetti su diverse scale e settori, servendosi di conoscenze orizzontali e contaminando ambiti “distanti” tra loro: il coding per ottimizzare forme o minimizzare gli sprechi, la biologia per dipingere quadri e produrre energia, la chimica per trasformare i rifiuti in opere d’arte in un’ottica di circular economy. Molti dei suoi progetti sono stati pubblicati in riviste e libri ed esposti in prestigiosi musei o istituzioni come la Mint Gallery e la Saatchi Gallery (Londra), il Design Museum di Dubai e il Corning Museum of Glass (New York).

Allo studio professionale, Matteo affianca attività d’insegnamento e ricerca nel campo del design computazionale e della fabbricazione digitale, con un’attenzione particolare ai temi legati alla sostenibilità ambientale e all’economia circolare. È attualmente docente presso l’Accademia di Belle Arti di Rovereto, l’Istituto Europeo di Design (IED) di Venezia e l’Università IUAV di Venezia.

Pin It on Pinterest

Share This